Il rappoorto della cronologia degli ordini

Per la formazione del rapporto della storia degli ordini per un dato periodo di tempo, sulla scheda “Visualizza“ del terminale scegli la funzione “Il rappoorto della cronologia degli ordini“.

Si apre la finestra del dialogo “Filtro della storia delgi ordini “. In questa finestra puoi impostare la data delle gamme per la formazione di tabella della operazione con gli ordini per un dato periodo di tempo; nella sezione “Posizonato“- per gli ordini disposti nella gamma specificata; nella sezione “Attivato“- per gli ordini attivati nella gamma specificata; nella sezione “Chiuso“ – per gli ordini annullati o eseguiti nella gamma specificata. Inoltre, la tabella si può filtrare con l’aiuto della scelta dell’ordine nella sezione “Tipo“ e vista delle operazioni con l’ordine nella sezione “Stato“. Nella sezione “Recenti “ si può sapere anche il numero massimo delle più recenti registrazioni visualizzate.

Dopo aver cliccato il tasto “OK” si apre la finestra della storia degli ordini:

Si deve notare, che gli ordini in attesa non si vedono nel rapporto, ci vengono inclusi soltanto le azioni per gli ordini. Gli ordini in attesa si può vedere nella tabella "Ordini" del terminale d’acquisito. In seguito, questa tabella del rapporto si può ordinare per qualsiasi colonna, cliccando sul nome di quella tabella.

Sulla finestra di rapporto con il pulsante destro del mouse è possibile aprire il menu di scelta rapida con cinque gruppi di utili funzioni:

  • Filtrazione e l'aggiornamento del rapporto, ed anche organizzazione degli ordini relativi ai gruppi (ad esempio, se viene rimosso un ordine pendente con ordini arrestare, la perdita e prendere profitto, allora tutte e tre registrazioni dell’eliminazione saranno raggruppati insieme);
  • La chiamata della transazione finestre di dialogo, degli ordini e della visualizzazione di un grafico, se la chiamata del menu era sulla linea del corrispondente strumento finanziario;
  • Rassegna stampa;
  • Impostazioni della tabella del rapporto;
  • Esportare il rapporto in un file con l'estensione ".csv".